• Ciao mondo!

LA MOSTRA DI TRIESTEINCONTRA 2019

La Vita per l'opera di un Altro
Sabato 6 aprile
dalle ore 11:00 alle 18:00

Palazzo Gopcevich,
via Rossini 4 – Trieste

Nuove generazioni
I volti giovani dell’Italia multietnica

A cura di Andrea Avveduto, Letizia Bardazzi, Alessandra Convertini, Wael Farouq, Jacopo Fusi, Giacomo Gentile, Cristina Giuliani, Giovanni Lucertini, Gianni Mereghetti, Giorgio Paolucci, Elena Puncioni, Margherita Tassi con un gruppo di Studenti Universitari di Bologna e Milano.
Con il patrocinio di Fondazione Migrantes, Università Cattolica del Sacro Cuore, della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province Autonome e del MIUR.

Coordinamento di Giuseppe Feyles e Ubaldo Casotto.

Sono più di un milione i giovani appartenenti alle cosiddette “nuove generazioni”, nati in Italia da genitori stranieri immigrati nel nostro Paese oppure cresciuti qui dopo essere arrivati nei primi anni di vita. Rappresentano una fetta consistente della realtà che si è andata consolidando in seguito ai flussi migratori, circa il 20 per cento del totale degli stranieri residenti, ma un numero crescente è ormai cittadino italiano. La mostra vuole documentare le dinamiche esistenziali di questi giovani, che in molti casi costituiscono una sorta di “ponte”, un punto di incontro che favorisce la comunicazione tra due mondi, che sviluppa nuove sintesi tra l’identità e le tradizioni dei Paesi di origine e quelle dell’Italia.
Dalla capacità di rendere fecondo l’incontro tra questi mondi e queste culture dipende buona parte del futuro di un Paese sempre più connotato in senso multietnico: 190 nazionalità presenti, quasi sei milioni di cittadini stranieri, in continuo aumento coloro che acquisiscono la cittadinanza italiana (178.000 nel 2015, 37% in più rispetto all’anno precedente). È la sfida con cui è necessario misurarsi, per costruire le basi di una nuova convivenza.

LE MOSTRE DELLE SCORSE EDIZIONI

La Vita per l'opera di un Altro

La vita per l’opera di un Altro (ed. 2017)

A cura delle Suore di Carità dell Assunzione.
Coordinamento di Giuseppe Feyles e Ubaldo Casotto.

Una mostra che illustra un esperienza missionaria nelle periferie delle metropoli di oggi. Un esempio di come la fede vissuta e l unità con la Chiesa generano una trama di vita e di rapporti fondati sulla carità e sull intelligenza della situazione. Una presenza ecclesiale discreta e tenace, adeguata ai tempi, e capace di dialogare con culture diverse, di collaborare con l ente pubblico nelle sue varie forme (scuola, Asl, assistenza sociale, tribunali).
La mostra illustra l’esperienza missionaria nelle periferie delle metropoli delle Suore di Carità dell Assunzione, più note come Suorine, nate dall incontro del carisma di padre Etienne Pernet, assunzionista francese dell 800, con quello di don Luigi Giussani. Pernet, impressionato dalla povertà delle famiglie operaie dei sobborghi di Parigi, con le Suorine inventò una moderna pratica di welfare: l assistenza domiciliare. Don Giussani, che le incontra nel 1958, resta colpito dalla loro esperienza di fede e quindi di carità, dall unità profonda tra missione e vita religiosa.
La mostra ne racconta la storia e l opera, che ha acquisito le nuove dimensioni dell assistenza domiciliare: l intervento in casa, la cura infermieristica, l accoglienza diurna dei minori, l impegno educativo nel rapporto con la scuola e con la famiglia, la collaborazione con l ente locale e i servizi sociali.
Presenti a Torino, Milano, Trieste, Roma, Napoli e Madrid, le Suorine costituiscono una realtà sociale determinata dall orizzonte loro indicato da una frase di Padre Pernet: Generare un popolo a Dio

I volti dei migranti

I volti dei migranti (ed. 2016)

Mostra fotografica a cura di Giulio Magnifico

dalla mia vita alla vostra

Dalla mia vita alla vostra (ed. 2015)

In occasione del decimo anniversario della morte di don Giussani, è stata realizzata una mostra che presenta, in pochi pannelli, i tratti fondamentali di don Giussani, con immagini e brani significativi della sua vita.

quando i valori prendono vita

Quando i valori prendono vita (ed.2014)

Mostra curata dal Gruppo SWAP (Share With All People), che raccoglie significative storie di giovani in Egitto negli ultimi anni e racconta il volto umano dei rivolgimenti che stanno ancora attraversando il Paese.